La Storia

L’Associazione Prospettiva Donna nasce ufficialmente nel 2008, ma la sua attività ha avuto inizio l’8 Marzo 2002. È un’associazione di donne che si riconosce nel femminismo e nel movimento delle donne, negli anni ha focalizzato la sua azione sul territorio della Gallura e della Sardegna, con lo scopo di migliorare le condizioni di vita delle donne e in particolare contrastare il fenomeno della violenza in tutte le sue manifestazioni. Per queste ragioni, l’Associazione Prospettiva Donna ha creato un Centro Antiviolenza e una casa rifugio ad indirizzo segreto ad Olbia.

Il Centro Antiviolenza e la Casa rifugio rappresentano uno spazio sicuro dove le donne trovano accoglienza e sostegno durante il loro percorso di affrancamento dalla violenza e di autodeterminazione, operando con il consenso delle donne, nel pieno rispetto del loro vissuto con riservatezza e non giudizio.

Il presupposto su cui si basa tutta l’attività del Centro è che ogni donna ha in sé la forza e le risorse per infrangere il silenzio e affrancarsi dalla violenza, per riscoprire le proprie qualità e potenzialità. Ad accogliere le donne ci sono operatrici qualificate e volontarie formate sulla violenza di genere, “donne che parlano alle donne” e che creano relazioni fra esse.

L’Associazione Prospettiva Donna è iscritta al Registro Regionale delle associazioni di promozione sociale, fa parte della rete nazionale Di.re (Donne in rete contro la violenza). La supervisione dell’attività è affidata all’Assessorato dell’igiene e sanità e dell’assistenza sociale della Regione Sardegna.